10 cose che gli invitati non sopportano più

Martedì 6 dicembre 2016

Matrimonio - cosa non vogliono gli ospiti

Qualche settimana fa ti avevo raccontato di alcune cose che non vorrei vedere più accadere ad un matrimonio. Piccoli dettagli che vedo ripetersi e che reputo abbastanza fastidiosi, per gli sposi e per chi come me lavora dietro le quinte. Ammetto di aver puntato un po' il dito su alcuni comportamenti degli invitati, però ad essere del tutto onesta anche gli ospiti di un matrimonio a volte “subiscono” alcune scelte degli sposi.

Il matrimonio è il tuo e, lo dico sempre, devi organizzarlo in modo che ti rispecchi al 100%. Però è vero che tutto quello che fai (la location incantata, i decori preziosi, i momenti a sorpresa) lo fai anche per stupire chi parteciperà al tuo evento (dai ammettiamolo!), quindi diciamo che l'opinione dei tuoi ospiti, almeno un po', ti interessa, no? Se desideri ricevere tanti tanti complimenti al momento dei saluti, ti svelo cosa pensano davvero gli ospiti quando partecipano ad un matrimonio. Pronta?

Cerimonie non noiose - matrimonio

Inviti confusi – Amo, adoro, venero le partecipazioni personalizzate, creative e innovative. Ma anche il migliore degli artisti della grafica non deve dimenticare una cosa: le partecipazioni servono per dare informazioni. L'ho scritto a chiare lettere anche nell'eBook “Mi sposo! E adesso?”: data, luogo, orario, contatti, un invitato deve riuscire a trovare tutte queste indicazioni facilmente e non sempre è così.

Date folli e poco preavviso – Ferragosto, giorni infrasettimanali, nel bel mezzo di un ponte. Specialmente se stai organizzando un destination wedding, tieni conto delle esigenze di chi deve chiedere permessi al lavoro e organizzare una trasferta. Importantissimo avvertire tutti per tempo, in modo che riescano ad organizzarsi per il viaggio e per il pernottamento. In alta stagione è difficile trovare stanze libere a prezzi decenti!

Crisi isteriche e musi lunghi – L'imprevisto è dietro l'angolo, la pioggia cade anche in agosto se vuole, i preti possono arrivare in ritardo, la gomma dell'auto può bucarsi, i tacchi delle scarpe possono rompersi. Non ti capiteranno tutte queste cose insieme, ma davvero può succedere qualche piccolo o grande contrattempo. Nonostante questo i tuoi ospiti non vogliono vedere sposi nervosi o arrabbiati, sono loro a dettare il mood della festa e una sposa in lacrime oppure uno sposo isterico non aiutano gli invitati a fare quello per cui si trovano lì: festeggiarvi!

Cerimonie infinite e monotone – Sia per una cerimonia religiosa che una civile, è possibile pensare a qualcosa di personale per rendere il tutto unico e speciale. I sacerdoti mentalmente aperti esistono e anche in chiesa puoi pensare di inserire dei momenti inusuali, per non parlare dei riti civili o simbolici dove hai mille possibilità per andare oltre la lettura degli articoli del codice civile. Gli invitati ne hanno viste mille di cerimonie tutte uguali e partecipare alla tua, più calda e coinvolgente, li renderà felici di essere presenti al tuo matrimonio. Un consiglio? Cura le scelte musicali.

Musica noiosa – A proposito di musica, avere una colonna sonora monotona o, peggio, assente non aiuta gli ospiti ad entrare nel giusto spirito da festeggiamento. Scegli un dj coinvolgente, cura (per bene) una playlist sia per l'aperitivo che per la cena, questo li farà sentire ad un evento tutto da vivere e a li aiuterà a non annoiarsi nemmeno durante i tempi di attesa.

Come avere un tableau che funziona

Tableau incomprensibili – Vale un po' il discorso che ti ho fatto per le partecipazioni. Il tableau, per prima cosa, deve dare delle informazioni, in questo caso deve indicare agli ospiti dove devono accomodarsi per il pranzo o la cena. Viva la creatività quindi, ma delle escort card, qualsiasi forma abbiano, devono essere facili da usare.

Table plan non curato – Assegna con attenzione i posti a tavola e crea dei gruppi che abbiano qualcosa in comune. Una delle cose peggiori che può succedere ad un invitato è il ritrovarsi ad un tavolo dove non conosce nessuno e in cui la differenza d'età o stile di vita rende quasi impossibile l'instaurarsi di una conversazione divertente (faccio il classico esempio dell'amico single incallito a tavola con quattro coppie prossime alle nozze).

Attese al buffet – E' bene accertarsi che il catering distribuisca il buffet di benvenuto in varie isole e non si limiti ad un unico grande tavolo colmo di cibarie sconnesse tra loro. Questo causerebbe delle file tipo mensa aziendale e non è certo carino nei confronti dei tuoi ospiti che invece vorrebbero individuare velocemente quale delizia assaggiare e portarsela velocemente in giardino per rilassarsi e divertirsi insieme agli altri ospiti.

Cibo scarso e poche opzioni – Una cosa che manda fuori dai gangheri gli invitati è mangiare poco e male, specialmente se l'austerità a tavola cozza chiaramente con l'opulenza di abito della sposa, fiori, decori e allestimenti. Un abito di Vera Wang e un ricevimento a buffet con solo piatti freddi sono un binomio così stridente che tutti lo noteranno, attenzione.

Bomboniere inutili e ingombranti – Basta la parola bomboniera per far sbuffare le persone e vederle alzare gli occhi al cielo in modo annoiato. Qui trovi 26 idee per delle bomboniere che i tuoi ospiti useranno sul serio, ma a prescindere dal cosa sceglierai, fai almeno in modo di contenerne le dimensioni (per facilitare chi deve affrontare un viaggio, magari in aereo, e chi deve cercare un posto in casa per la tua bomboniera).

Bomboniere che piacciono agli ospiti

Tu sarai stata certamente a molti matrimoni e avrai notato delle cose che hanno infastidito te e altri ospiti, raccontamele qui sotto nei commenti!

Non perderti gli aggiornamenti!

Iscriviti subito alla newsletter!

Aspetta! C'è dell'altro!

Hai trovato interessante questo articolo? Lasciami un commento!

Grazie per i vostri commenti:

Ilaria Ciao! Mi permetto di aggiungere un punto: attese estenuanti sotto il sole e niente da bere a disposizione degli invitati. Mi è capitato di finire letteralmente disidratata. Se vi piace farvi desiderare, mi riferisco soprattutto all'arrivo in chiesa, mettete quantomeno una water station!
Images Credits: La petite Coco

Sono Valeria Ferrari, wedding planner, e sono qui per organizzare il vostro grande giorno. Leggi di più...

I MIEI POST PIÙ LETTI
Vai alla raccolta

IN REGALO PER VOI
Il mio eBook gratuito
Mi sposo, e adesso?
IL MIO CORSO IN AULA
Wedpreneur Weekend

per i professionisti
del mondo wedding

BRIDAL STARTER KIT
TROVA NEL BLOG