Il matrimonio invernale di Sara e Mario

Martedì 15 novembre 2016

matrimonio cantina inverno - la petite coco

Mentre faccio su e giù per la scala e carico bomboniere e le ultime cose in macchina, lei, la sposa, è chiusa in camera dei genitori con la make up artist e non vuole che nessuno le disturbi. Ripasso alcune cose con le amiche e i testimoni, rispiego l'entrata in chiesa al papà. Arriva il fotografo, guardo l'orologio e noto che è ormai giunto il momento di vestire la sposa. Mi avvicino alla stanza del trucco, busso e alzo la voce “Sara posso vederti adesso??” “Si ora si! Ma ti avverto che sono bellissima!”Bellissima lo era davvero e questo è il primo ricordo che mi viene in mente se penso al matrimonio di Sara e Mario, due ragazzi innamoratissimi che mi hanno voluta con loro per organizzare il matrimonio invernale che sognavano.

Per ogni coppia che seguo, conservo dei ricordi solo nostri che nemmeno riguardano il giorno delle nozze, come la degustazione di formaggi insieme a  Vale e Phil con lui che non faceva altro che ripetere “Paradise!”; la prima volta che ho accompagnato in location Brian e Camilla e il silenzio valeva più di mille parole; una riunione per il tanto caro “punto della situazione” in piscina con Paola e Fra; la prima prova abito con Nausica e il nostro parcheggio-punto di ritrovo.

primo piano sposa - sara

bouquet invernale

porta fedi - matrimonio inverno

arriva la sposa - matrimonio inverno

Ma torniamo a Sara e Mario! Vogliamo l'inverno ma non vogliamo il Natale” continuavano a dirmi, e così ci siamo inventati qualcosa che non prevedesse stelle di Natale e panettoni. Tanto bianco, tessuti caldi, fiori di cotone, tante tante candele per creare l'atmosfera. Da tempo desideravo organizzare un matrimonio invernale e sono stata contenta del risultato, anche perché lo scetticismo degli ospiti (“Ma vi sposate in dicembre???”) è stato ripagato con tante sorprese inaspettate, con somma gioia mia e degli sposi.

allestimento invernale chiesa

scambio anelli

uscita chiesa

macchina sposi

sposi e luci natalizie

Come location, abbiamo scelto una cantina alla porte del borgo di Soave, famoso anche per l'ottimo vino che porta il suo nome. Proprio per onorare la veronesità del matrimonio, prima di accedere alla sala della cena, gli ospiti hanno potuto godere di una visita guidata alla cantina storica, scavata nella roccia. Questa cantina sotterranea si snoda lungo un percorso di grotte che si sviluppa per circa 2000 mq. sotto la formazione rocciosa sulla quale è situato il castello di Soave. Il collegamento tra la cantina e il ristorante è un cantinone fatto di mattoni a vista (io li adoro) che gli ospiti hanno attraversato trovandolo completamente vuoto.

tableau invernale

tableau frutta invernale

frutta invernale . idee tableau

Durante la cena io e il fiorista ci siamo rinchiusi lì per allestire una lunga confettata (tre metri di caramelle, confetti, biscotti e dolcetti), le bomboniere (Sara e Mario hanno scelto la solidarietà con Save the Children); il guestbook (abbiamo ceduto almeno all'albero di Natale!) e il tavolo per la wedding cake. Anzi, LE wedding cake. In origine Sara desiderava una naked cake come quelle che ti avevo mostrato qui, ma all'assaggio non ne è rimasta convinta. Quindi abbiamo optato per la semplicità e sul tavolo del taglio torta sono apparse sette torte diverse, tra crostate e torta di mele e di frutta sembrava quasi di essere nella cucina della nonna.

sala del cantinone

confettata invernale

dettagli confettata - matrimonio inverno

sposi e confettata

tavolo torta

dettagli tavolo torta

taglio della torta  matrimonio inverno

wedding cake

Quindi, dopo la cena, gli ospiti sono scesi nel cantinone, trovandolo completamente diverso da come l'avevano lasciato. Un attimo per dare un'occhiata in giro e poi a fare le spese dell'entusiasmo collettivo è stata la confettata, scomparsa davvero in pochi minuti! Molto suggestivo il momento del taglio della torta, con Sara stupenda mentre sfoggiava una nuova versione del suo abito. Un abito che tutt'ora è tra i miei preferiti, fatto fare su misura così come le scarpe, che era stato studiato per cambiare dei particolari una volta terminata la messa, dal corpetto allo strascico, al colletto.

guestbook

guestbook inverno

guestbook invernale

ballo sposi

E poi? Un flash mob degli amici ha dato il via alle danze e la festa ha preso vita, con balli scatenati anche da parte di insospettabili personaggi. Scegliere di sposarsi lontano dalle date più classiche e rinunciare al caldo estivo non è da tutti, ma sono convinta che concentrandosi sulle caratteristiche più belle di ogni stagione si ottengano risultati inaspettati.

E tu? Avresti il coraggio di scegliere un giorno invernale per il tuo matrimonio? Sul mio eBook “Mi sposo! E adesso?” ti racconto anche i vantaggi di una data “fuori stagione”, corri a scaricarlo!

 

Planning and design – Io!

Photography – Alberto Ruzzene (tranne quelle palesemente amatoriali che sono mie!)

Flower designer – Marco Berton

Non perderti gli aggiornamenti!

Iscriviti subito alla newsletter!

Aspetta! C'è dell'altro!

Hai trovato interessante questo articolo? Lasciami un commento!

Grazie per i vostri commenti:

Arianna

Che bellissima atmosfera! Fare una scelta fuori dai soliti canoni permette anche di avere meno aspettative classiche da soddisfare, di sorprendere gli ospiti con facilità e soprattutto di poter avere alla propria festa anche il vin brulé!


Images Credits: Alberto Ruzzene; La petite Coco

Sono Valeria Ferrari, wedding planner, e sono qui per organizzare il vostro grande giorno. Leggi di più...

I MIEI POST PIÙ LETTI
Vai alla raccolta

IN REGALO PER VOI
Il mio eBook gratuito
Mi sposo, e adesso?
IL MIO CORSO IN AULA
Wedpreneur Weekend

per i professionisti
del mondo wedding

BRIDAL STARTER KIT
TROVA NEL BLOG